label.skip.main.content

Il Valore dell'Artigianalità e della Manualità Italiana

"Quando il nostro spirito è pieno di sentimenti, le nostre opere sono piene di fascino." (Vauvenargues)

Nella Grecia classica, esisteva un’unica parola per significare l’artigianato e l’arte, Technè, a prova della loro profonda connessione.

Tale concezione durò fino a oltre il Rinascimento, e l’opera di quel grande artista, critico e letterato umanista che fu Giorgio Vasari, ne fa fede. Solo nel XVIII secolo, durante l’Illuminismo, l’arte venne distinta dalla tecnica e dall’artigianato.

In Inghilterra, nella seconda metà del XIX secolo, William Morris, fedele discepolo di John Ruskin, si adoperò molto per il rinnovamento dell’artigianato. Egli credeva che la verità nell’arte coincidesse con il fare manuale, e che la bellezza artistica fosse il segno della felicità e della libertà. Nel suo pensiero, il lavoro manuale fino al Rinascimento era un lavoro intelligente e creativo, mentre quello industriale rischiava di perdere tale qualità; invece di essere un utile compagno dell’uomo, era un peso che ognuno si sarebbe scrollato volentieri di dosso se solo avesse potuto. Le sue idee e il movimento delle Arts & Crafts portarono il rinnovamento dell’artigianato artistico, trasformando gli artisti in artigiani e gli artigiani in artisti, con l’obiettivo di liberarli dal predominio dell’industria.

Oggi l’impresa Brunello Cucinelli fonda il suo significato più autentico e la sua ricerca estetica nella manualità, nell’artigianalità e nell’esclusività delle collezioni. Esse sono l’espressione più vera dell’umanità e della creatività delle persone, e sono per noi irrinunciabili.

La manualità e l’artigianalità italiana risplendono nella bellezza dei nostri manufatti, nella nostra cultura, nella nostra identità.

Punto di fusione tra industria e artigianato, i nostri prodotti vivono attraverso il tempo. Il mondo intero è affascinato dai prodotti della nostra terra, dalla cura nella scelta della materia prima, e dalla ricerca di un’altissima qualità e creatività lungo ciascun passaggio della filiera produttiva.

La tecnologia più avanzata è vista sempre come strumento, mai come fine, così da unire manualità e creatività a strumenti contemporanei e innovativi.

"L'Incanto Invisibile", video di Virgilio Villoresi per Brunello Cucinelli

Con queste finalità, è sorta nel 2013 nel borgo di Solomeo la Scuola di Alto Artigianato Contemporaneo per le Arti e i Mestieri, creata con l’obiettivo di riscoprire, valorizzare e tramandare alle future generazioni alcune antiche professioni artigianali. La Scuola, che si articola nelle discipline di Modelleria e Sartoria Femminile, Taglio e Sartoria Maschile, Rammendo e Rimaglio, Orticoltura e Giardinaggio e Arti Murarie, rispecchia il legame profondo dell’azienda con l’artigianalità, simbolo del patrimonio culturale italiano riconosciuto in tutto il mondo.

"The Magic of Suits", regia di Virgilio Villoresi per Brunello Cucinelli

Per informazioni ulteriori:

http://scuoladeimestieri.sfcu.it
info@sfcu.it
Tel. 075/582741 (ore 9-13, 15-18)

 
La mia Vita
La mia Vita
 
La Famiglia
La Famiglia
CONTINUA LA LETTURA
Comunicazione e Media
 
Capitalismo Umanistico e Umana Sostenibilità
Capitalismo Umanistico e Umana Sostenibilità
 
Tecnologia, Umanesimo e Intelligenza Artificiale
Tecnologia, Umanesimo e Intelligenza Artificiale
 
La Fondazione Brunello e Federica Cucinelli e il Foro delle Arti
La Fondazione Brunello e Federica Cucinelli e il Foro delle Arti
 
La Biblioteca Universale di Solomeo
La Biblioteca Universale di Solomeo
 
Pensieri sul Mondo Contemporaneo
Pensieri sul Mondo Contemporaneo